Prev Previous Post   Next Post Next
Old 06-01-2011, 06:44 AM   #1
Alteregoxxx
Human being with feelings
 
Join Date: Dec 2007
Location: Italy
Posts: 169
Default Corso per tecnico del suono

Ciao a tutti riporto quì una serie di lezioni gratis di scuolasuono.it, con la quale collaboro in qualità di tutor; spero le troviate interessanti :-)
Divido la prima lezione in tre parti poichè il forum di Reaper non consente post con più di 10000 caratteri:
In calce ad ognuna delle parti è riportato il link all'articolo originale, buona lettura :-)
LEZIONE 1 PARTE A

Ciao a tutti da Francesco Nano e benvenuti alla prima lezione del corso per tecnico del suono (base) promosso da Scuolasuono.it dedicato a tutti i musicisti che desiderano iniziare a registrare la propria musica in completa autonomia, ottenendo validi risultati ma spendendo poco denaro.

Questo è il primo di una serie di articoli: tengo a precisare che questo corso per tecnico del suono è indirizzato esclusivamente ai musicisti che vogliono entrare nel mondo della registrazione per la prima volta; il mondo dell’audio è un terreno sconfinato di termini, procedure, concetti non sempre alla portata di tutti; gli argomenti perciò verranno trattati in maniera estremamente semplice in modo da dare le nozioni necessarie utili ad un solido ma veloce start up nel mondo del recording. Invito ognuno di voi a partecipare attivamente alla creazione delle definizioni sul wiki: ogni parola evidenziata punta direttamente all’enciclopedia audio di scuolasuono.it (ovviamente, più partecipi e più punti scuolasuono guadagni).

Partiamo dunque dall’argomento strumentazione: cosa ci serve effettivamente possedere per ottenere delle buone registrazioni? Quanti soldi dobbiamo spendere nell’ottica di poter contare su un buon home recording studio? Per rispondere a queste apparentemente banali domande è necessario però fare un passo indietro: bisogna infatti chiedersi anzitutto “dove voglio arrivare?“. Desidero registrare unicamente degli appunti musicali in modo da poter ricordare le mie canzoni anche tra qualche anno? Desidero mettermi nelle condizioni di registrare dei provini (demo) “ascoltabili” , da divulgare tra i miei amici ed eventualmente da far ascoltare a gestori di locali o organizzatori di eventi? Desidero avere la possibilità di presentarmi con un album interamente da me prodotto che abbia una qualità audio quanto meno paragonabile a quelle delle produzioni di alto calibro? Oppure desidero avere a disposizione tutto ciò che mi serve per registrare e produrre musica ad altissima qualità? Ma come, Francesco, ma non basta un pc e saper utilizzare bene dei buoni programmi per ottenere risultati spettacolari?



Dipende: generalmente, se il genere di musica che vuoi produrre è fondamentalmente basata sull’elettronica, sulla sintesi, sul campionamento, e perciò se non si tratta di musica acustica o elettrica, c’è gente che fa dischi con un solo computer, un po’ di programmi e dei buoni ascolti (per buoni ascolti non si intende una buona cuffia ma un sistema di monitoraggio -- speakers professionali -- inseriti in una stanza dall’acustica calibrata). Già da ciò che abbiamo appena detto possiamo dedurre che non è sufficiente un computer e dei programmi per creare musica a livello professionale: è necessario anche poter ascoltare correttamente quello che si crea; dovrai perciò fare i conti con il rendimento acustico degli speakers e della stanza in cui i lavori. Su questo concetto ci ritorneremo più avanti un un…

Viceversa, se la tua intenzione è quella di registrare musica acustica o elettrica (pop, rock, folk, jazz, classica, ecc…) o comunque, nel caso in cui si rendesse necessario registrare almeno una voce, le attrezzature che dovrai necessariamente avere a disposizione inizieranno ad aumentare.

Ti troverai infatti nella condizione di dover acquistare almeno un microfono di qualità discreta, un paio di cuffie professionali (chiuse, ossia fatte in modo che l’orecchio venga incluso all’interno del padiglione della cuffia per evitare che il suono indesiderato della base venga captato dal microfono); inoltre ti troverai nella condizione di dover fare i conti con l’acustica della stanza in cui la voce viene ripresa, con la distanza tra il microfono e la scheda audio e molti altri fattori che concorrono nel complicare la situazione.

A mano a mano che le esigenze di ripresa aumentano vedrai lievitare esponenzialmente l’esigenza di avere nuove attrezzature e quindi Interi costi.

Ritornando perciò al concetto base, il primo passo che devi fare nel momento in cui decidi di aprire il tuo home recording studio è quello di domandarti quale sarà, in prospettiva, l’obiettivo che devi poter raggiungere. Scendiamo un po’ nella pratica e vediamo alcuni esempi concreti corredati da alcune indicazioni economiche di massima.

Ad esempio, se desiderassi creare musica elettronica / arrangiata elettronicamente. cantata, a livello semi professionale avrei bisogno di:

1 pc il più potente possibile (500 €)

1 scheda audio con almeno 2 canali microfonici / linea d’ingresso per registrare contemporaneamente 2 microfoni o uno strumento elettronico esterno come ad esempio un expander (sconsiglio sempre l’acquisto di interfacce con 1 solo canale d’ingresso), 2 canali d’uscita per collegare i monitors ed 1 uscita cuffie er lavorare anche di notte (100 €)

1 coppia di monitors (speakers) professionali posizionati correttamente in una stanza acusticamente trattata (l’intervento può essere anche poco dispendioso ma ci deve essere necessariamente) (250 € -- 2500 €)

Trattamento acustico (150 € -- 500 €)

1 software per la registrazione multitraccia / sequencer (un programma che consenta di registrare più tracce separatamente ed in grado di gestire il midi come ad esempio Reaper, ma può andar bene anche Cubase, Protools, Logic, ecc…). (50 -- 500 €)

Molti plugins (i plugins sono dei programmini che collaborano col programma di registrazione multitraccia principale per aggiungere funzionalità): almeno 1 campionatore, un paio di sintetizzatori virtuali e virtual instruments, un pò di processori audio come compressori, equalizzatori, qualche buon riverbero e dealay… insomma, più plugins si hanno a disposizione e meglio è… (ce ne sono moltissimi gratuiti, specialmente se decidi di utilizzare pc anziché mac)



1 midi controller (una tastiera muta usb da interfacciare al sequencer che gira sul pc) 100 €

In questo scenario capisci bene che, seppur molto contenuto rispetto ad un tempo, l’investimento necessario per creare un set up semiprofessionale di questo genere si aggira attorno ai (minimo) 1000 €.

La cosa interessante però è che per iniziare a registrare la propria musica elettronica / arrangiata elettronicamente ed ottenere già discrete soddisfazioni, senza la velleità di riuscire a realizzare prodotti professionali o confrontabili e paragonabili a produzioni portate avanti con alti budget, è possibile configurare il tutto a piccoli step. In questo caso perciò dalla campagna acquisti si potrebbero escludere i monitors, a fronte di una cuffia, l’acustica della stanza ed eventualmente il microfono (proprio di recente ho potuto constatare quanto microfoni semi professionali studiati per chat vocali -- skype -- suonino estremamente bene se paragonati a soluzioni più costose… ovvio, non aspettarti prestazioni incredibili…).

Con queste correzioni vai a lesinare sugli anelli deboli della catena (ossia quello iniziale della ripresa acustica e quello finale dell’ascolto). Tuttavia già con questo tipo step potrai iniziare ad avere buone soddisfazioni, a sviluppare la tua creatività, a progettare le basi per investimenti futuri…

Come già detto però le cose si complicano nel momento in cui è necessario registrare in maniera degna anche strumenti acustici o elettrici. Sebbene attualmente si trovino in commercio moltissimi prodotti dedicati a chitarristi ed a bassisti (come ad esempio scheda audio dedicate alla registrazione di chitarra e basso senza passare per l’amplificatore provviste spesso di plugins di emulazione di buona qualità per riprodurre le timbriche di ampli ed effetti -- vedi ad esempio la Toneport Ux2) per registrare anche solo una voce una chitarra acustica in maniera corretta le cose si complicano.


Articolo originale:
http://www.scuolasuono.it/home/corsi...ome-recording/

Last edited by Alteregoxxx; 06-08-2011 at 02:59 AM.
Alteregoxxx is offline   Reply With Quote
 

Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT -7. The time now is 11:06 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.